Il prezzo dell’oro continua a rimbalzare dalla SMA a 50 giorni dopo il FOMC

Dopo che la Federal Reserve ha pubblicato i verbali della sua riunione di giugno, il prezzo dell’oro ha continuato a rimbalzare dalla SMA a 50 giorni. Il mercato dell’oro sta subendo un forte rallentamento poiché i trader approfittano di una politica più aggressiva per contrastare l’inflazione e l’aumento della domanda interna.

Nei verbali della riunione del FOMC, i funzionari hanno confermato che era probabile che aumentasse i tassi di interesse a breve termine nella prossima riunione di settembre. L’aumento del tasso avverrà in media solo due punti. La mossa della Federal Reserve è stata stimolata da un calo significativo della crescita economica degli Stati Uniti dalla fine dell’anno scorso.

Oltre alla decisione del FOMC, il prezzo dell’oro è anche rimbalzato da un recente calo a seguito di un debole rapporto sul PIL del secondo trimestre. Oltre alle notizie recenti, anche il numero di ETF quotati alla Borsa di New York ha mostrato segnali di sostegno.

Nel verbale della riunione del FOMC, i funzionari hanno confermato che è improbabile che aumenti i tassi di interesse a breve termine nella prossima riunione di settembre. La decisione è stata motivata da un calo significativo della crescita economica degli Stati Uniti dalla fine dell’anno scorso.

Oltre alla decisione del FOMC, il prezzo dell’oro è anche rimbalzato da un recente calo a seguito di un debole rapporto sul PIL del secondo trimestre. Oltre alle notizie recenti, anche il numero di ETF quotati alla Borsa di New York ha mostrato segni di sostegno.

Nel verbale della riunione del FOMC, i funzionari hanno confermato che è improbabile che aumenti i tassi di interesse a breve termine nella prossima riunione di settembre. La decisione è stata spinta da un calo significativo della crescita economica degli Stati Uniti dalla fine dell’anno scorso. Oltre alle notizie recenti, anche il numero di ETF quotati alla Borsa di New York ha mostrato segni di sostegno.

Nel verbale della riunione del FOMC, i funzionari hanno confermato che è improbabile che aumenti i tassi di interesse a breve termine nella prossima riunione di settembre. La decisione è stata motivata da un calo significativo della crescita economica degli Stati Uniti dalla fine dell’anno scorso.

Oltre alla decisione del FOMC, il prezzo dell’oro è anche rimbalzato da un recente calo a seguito di un debole rapporto sul PIL del secondo trimestre. Oltre alle notizie recenti, anche il numero di ETF quotati alla Borsa di New York ha mostrato segni di sostegno.